Fisioterapia

0
477

La fisioterapia aiuta a ripristinare il movimento e la funzione, utilizzando metodi fisici come il massaggio, la manipolazione e l’esercizio. Esistono numerose condizioni in cui la fisioterapia viene utilizzata per il trattamento della mobilità o per alleviare il dolore. Ciò può includere il trattamento di articolazioni, muscoli e ossa dopo lesioni, malattie o disabilità.

La fisioterapia può anche aiutare con condizioni che colpiscono i polmoni, la circolazione cardiaca, i nervi e il cervello. Spesso utilizzata per migliorare la mobilità e rafforzare i muscoli, la fisioterapia può anche aiutare il recupero dopo l’intervento chirurgico.

La fisioterapia adotta un approccio olistico, che coinvolge direttamente il paziente nel suo trattamento.

Chiunque può fare la fisioterapia e non è necessario che tu abbia subito lesioni per il trattamento. Le sessioni possono svolgersi in molti contesti, da ospedali e cliniche ambulatoriali a casa, scuola, lavoro o centri fitness.

Come può aiutare la fisioterapia?

Ci sono molte ragioni per cui una persona potrebbe aver bisogno di fisioterapia, tra cui: 

  • Dolore alla schiena, al collo o alla spalla e lesioni sportive.
  • Problemi che coinvolgono il cervello o il sistema nervoso, come ictus, sclerosi multipla (SM) o morbo di Parkinson.
  • Problemi cardiaci e circolatori, come la riabilitazione dopo un infarto.
  • Problemi che coinvolgono il torace, i polmoni e la respirazione, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), la polmonite e la fibrosi cistica.
  • Artrite e altri problemi legati alle articolazioni, come rigidità, dolore o gonfiore.

La fisioterapia tende ad essere una combinazione di cure “pratiche” eseguite da un fisioterapista, prescrizione di esercizi e tecniche di autogestione (per le quali è possibile continuare il trattamento anche dopo la fine delle sessioni).

Cosa aspettarsi in una sessione

Sia che tu sia stato indirizzato per la fisioterapia dal tuo medico di famiglia o che stia partecipando a sessioni private, è probabile che tu abbia una consultazione iniziale per discutere il problema e cosa vuoi ottenere dal trattamento. Discuterai anche della tua storia medica, per aiutare a determinare eventuali precedenti problemi di salute o lesioni che potrebbero influenzare il trattamento.

Durante l’esame, potrebbe essere necessario rimuovere gli indumenti intorno all’area. È importante che tu sia a tuo agio durante le sessioni, quindi se sei preoccupato, assicurati di parlare con il terapeuta.

Dopo l’esame, il fisioterapista suggerirà il corso della terapia che ritiene più vantaggioso per te. Ti daranno una panoramica del piano di trattamento, spiegandoti le tecniche e il numero ideale di sedute. Se stai curando una malattia, il fisioterapista può consigliarti su come ridurre al minimo gli effetti della malattia sulla vita quotidiana. In caso di lesioni, ti consiglieranno sui modi in cui puoi prevenire ulteriori problemi.

Tecniche di fisioterapia

Esistono numerose tecniche, anche se il metodo migliore per te dipenderà dal motivo per cui hai bisogno della fisioterapia. Le tecniche comuni includono:

Massaggio (terapia manuale) – Per migliorare la circolazione, il terapista può utilizzare tecniche di massaggio. Usando le mani con una leggera pressione, faranno movimenti lenti intorno all’area specifica. Questo metodo può essere utilizzato per drenare il liquido in eccesso dal sistema linfatico.

Il massaggio può essere utilizzato anche per integrare altri tipi di fisioterapia. Ad esempio, per rilassare i muscoli e ridurre il dolore, il terapista può concentrarsi su legamenti, tendini e muscoli, usando movimenti di carezza e impastamento. Questi movimenti possono variare in pressione.

Manipolazione – Quando si utilizza la manipolazione, il fisioterapista muoverà la tua specifica articolazione con movimenti incredibilmente precisi. Potrebbero spostarlo oltre il normale. Va bene, ma se ti senti a disagio, parla. La tecnica di manipolazione richiede una piccola quantità di pressione e quindi i professionisti devono essere adeguatamente qualificati. Lo scopo della manipolazione è ridurre la rigidità e il dolore.

Esercizi di deambulazione – Questi esercizi sono utilizzati per aiutarti a recuperare o migliorare la tua capacità di camminare. In genere, il processo inizia con te che provi a camminare mentre tieni le sbarre per supporto. Dopo un certo numero di sessioni, puoi iniziare a camminare con meno assistenza (come un bastone da passeggio o un telaio). Con il progresso e quando sarai pronto, ridurrai il livello di supporto e inizierai a navigare su superfici irregolari, come cordoli e scale.

Esercizi di movimento – Gli esercizi di movimento vengono utilizzati per aumentare la gamma di movimento. Ictus, lesioni o uno stile di vita sedentario possono influire sulla flessibilità e sul movimento. Questo si deteriora anche con l’età. Sebbene gli esercizi utilizzati differiscano a seconda della gravità del tuo caso, i terapisti di solito incorporano esercizi e allungamenti ripetuti per aumentare il movimento.

Esercizi di rafforzamento muscolare – Questi esercizi lavorano per migliorare la tua capacità fisica e resistenza. In alcuni casi, vengono anche utilizzati per rafforzare il core, i muscoli fondamentali per mantenere l’equilibrio e una buona postura. 

Esercizi di coordinazione – Gli esercizi di coordinazione vengono generalmente utilizzati per migliorare l’equilibrio e la coordinazione. Possono essere semplici movimenti ed esercizi, ma ripetuti per un periodo di tempo più lungo. Ad esempio, ti potrebbe essere chiesto di prendere qualcosa e riporla di nuovo, ripetutamente. Questa tecnica può essere particolarmente utile per lesioni cerebrali o ictus.

Idroterapia – L’idroterapia è una terapia a base d’acqua, che utilizza i benefici rilassanti e antidolorifici dell’acqua calda. L’acqua può aiutare a sciogliere e sostenere articolazioni e muscoli e promuovere il rafforzamento muscolare, come risultato della maggiore resistenza. Non è necessario saper nuotare per raccogliere i benefici dell’idroterapia. 

Elettroterapia – L’elettroterapia è il termine generale per un gruppo di tecniche che coinvolgono un’energia elettrica di livello molto basso per ridurre il dolore e incoraggiare la guarigione. Spesso utilizzata in combinazione con altri tipi di fisioterapia, la tecnica non fa male ed è comunemente descritta come un “formicolio”.

Pilates – Il movimento delicato e lo stretching del Pilates possono essere incorporati nei programmi di esercizi come parte del trattamento. In genere, la prima sessione durerà circa un’ora, prima che le sessioni si riducano a 30-45 minuti. Potrebbe essere necessario un esame fisico per valutare i tuoi punti di forza e di debolezza e per comprendere meglio la tua condizione.

benefici della fisioterapia

L’agopuntura nella fisioterapia

Un’area di crescente interesse nel settore della fisioterapia è l’agopuntura medica. Molti fisioterapisti sono ora formati in agopuntura per formare un approccio integrato alla gestione del dolore.

L’agopuntura prevede l’inserimento di aghi molto sottili e sterilizzati in determinati punti del corpo. Parte della Medicina Tradizionale Cinese (MTC), l’agopuntura è stata praticata per molti anni. L’agopuntura cinese si basa sull’idea che il Qi (energia) quando bloccato può causare malattie nel corpo. Usando gli aghi, sei in grado di alleviare questi blocchi, ripristinando così l’equilibrio all’interno del corpo. 

L’agopuntura medica è una forma della tecnica tradizionale, che si basa sulla ricerca clinica. Si ritiene che l’inserimento di aghi possa alleviare il dolore stimolando il cervello e il midollo spinale. È comune per i fisioterapisti incorporare l’agopuntura medica nel loro piano di trattamento per aiutare le persone con problemi muscoloscheletrici.

Se hai domande su una qualsiasi delle tecniche, cosa aspettarti e come aiutano, assicurati di chiedere, il fisioterapista sarà in grado di spiegare di più.

Come ottenere la fisioterapia

Se hai bisogno di fisioterapia, ci sono diverse opzioni disponibili. Puoi vedere un fisioterapista attraverso il NHS, attraverso un rinvio dal tuo medico o auto-referto, a seconda della tua posizione. Potresti anche essere in grado di vedere un fisioterapista direttamente attraverso il tuo ambulatorio medico di famiglia. Alcuni fisioterapisti lavorano anche negli studi medici, in particolare come primo punto di contatto per coloro che soffrono di dolore al collo e alla schiena, o condizioni a lungo termine come la SM o la riabilitazione da ictus.

Puoi anche cercare fisioterapia privata. Le liste d’attesa possono essere lunghe per coloro che desiderano fisioterapia attraverso il SSN, quindi alcune persone scelgono invece di sottoporsi a cure private a pagamento. Il costo della fisioterapia privata può variare, a seconda della tua posizione e del fisioterapista, quindi assicurati di chiedere durante il primo contatto.

La fisioterapia può essere disponibile anche attraverso il tuo posto di lavoro come parte dei servizi di medicina del lavoro.

Trovare un professionista

Cercare un trattamento privato può sembrare scoraggiante, ma ci sono molte risorse disponibili per aiutarti e guidarti attraverso il processo. Tutti i fisioterapisti devono essere registrati presso l’ Health and Care Professions Council (HCPC) per esercitare la professione. Per ottenere l’approvazione dall’HCPC, i professionisti devono completare un diploma di laurea approvato o un diploma di laurea in fisioterapia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here