La tecnica Alexander

0
465

La tecnica Alexander viene utilizzata per insegnare e migliorare la postura e il movimento. Si ritiene che aiuti a ridurre e prevenire i problemi causati da abitudini inutili, come la postura cadente.

Da bambini, stiamo ancora imparando a controllare i nostri corpi. Per questo motivo, siamo molto più suscettibili a prendere abitudini che interferiscono con la nostra naturale libertà di movimento. Crollare o incurvarsi, ad esempio, possono essere abitudini che alla fine diventano la norma. Si sentono normali, nonostante il loro effetto sulla salute e la limitazione dei movimenti.

Spesso muoviamo i nostri corpi senza considerare come sono costruiti e, così facendo, stiamo mettendo a dura prova il nostro design naturale.

Lo scopo della tecnica Alexander è aiutarti a disimparare le cattive abitudini e a compiere i passi per riequilibrare e riallineare il corpo. Molti credono che l’apprendimento della tecnica Alexander dia una maggiore consapevolezza sia del corpo che della mente, insieme a un migliore movimento e un pensiero più chiaro.

I principi chiave

Ci sono quattro principi chiave nella tecnica di Alexander:

  • “Il modo in cui ti muovi, ti siedi e stai in piedi influisce sul tuo funzionamento.”
  • “La relazione tra testa, collo e colonna vertebrale è fondamentale per la tua capacità di funzionare”.
  • “La mente e il corpo lavorano insieme intimamente come uno, ognuno influenzando costantemente l’altro.”
  • “Diventare più consapevole mentre svolgi le tue attività quotidiane è necessario per apportare cambiamenti e ottenere benefici.”

Secondo il SSN, gli insegnanti della tecnica affermano che condizioni come il mal di schiena e altre forme di dolore a lungo termine sono spesso il risultato di un uso improprio prolungato del corpo. Questo può essere dovuto a movimenti inefficienti o in piedi o seduti con il peso distribuito in modo non uniforme.

Funziona?

Ci sono prove che suggeriscono che la tecnica Alexander può aiutare ad alleviare e gestire il mal di schiena a lungo termine, il dolore al collo e il morbo di Parkinson. Se hai una delle condizioni menzionate e stai considerando la tecnica Alexander, ti suggeriamo di parlare con il tuo medico di famiglia prima di fissare un appuntamento.

Alcune ricerche hanno anche suggerito che la tecnica sia utile per migliorare il dolore generale a lungo termine, la balbuzie e le capacità di equilibrio negli anziani, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche.

Cosa aspettarsi

In genere, le lezioni saranno in un formato individuale, tuttavia, anche le sessioni di gruppo potrebbero essere un’opzione. Durante la prima sessione, l’insegnante si prenderà del tempo per farti domande sulla tua salute generale, sulla tua storia medica e sul tuo stile di vita.

Uno degli elementi essenziali della tecnica Alexander è la comprensione da parte degli insegnanti del tuo movimento e della tua postura. Potrebbero chiederti di eseguire movimenti quotidiani come camminare, sederti o alzarti, il tutto mantenendo le mani a contatto con il tuo corpo. In questo modo l’insegnante può comprendere appieno i tuoi movimenti e dove possono risiedere le tensioni. Allo stesso tempo, le loro mani guideranno anche il tuo corpo per liberare la tensione muscolare restrittiva e le abitudini dannose che ne sono responsabili.

Naturalmente, ogni insegnante avrà il proprio approccio personale all’insegnamento, quindi ci saranno differenze e variazioni nell’approccio. Alcuni potrebbero iniziare con una discussione sul tuo movimento, mentre altri potrebbero scegliere di usare la prima lezione per dimostrare il sollievo che una maggiore flessibilità e movimento possono portare.

Le lezioni possono includere anche del lavoro al tavolo, in quanto consente allo studente di sperimentare i principi in azione, senza dover mantenere anche il proprio equilibrio. Gli studenti possono prima apprendere i principi, quindi combinare i principi con il proprio equilibrio in seguito.

Di quante lezioni avrò bisogno?

Avrai bisogno di una serie di lezioni per apprendere i concetti di base della tecnica Alexander.

Insegnate da un insegnante qualificato, le lezioni si svolgeranno in genere in uno studio, in una clinica oa casa dell’insegnante, e durano dai 30 ai 45 minuti. Puoi iniziare con due o tre lezioni a settimana, finché non avrai acquisito maggiore familiarità con la tecnica. Dopodiché, se sei pronto, puoi frequentare le lezioni settimanali. Naturalmente, ognuno impara a velocità diverse e in modi diversi, quindi quanto sopra può variare.

Come può aiutarmi?

È davvero sorprendente l’impatto di un po’ di tensione eccessiva sul corpo. Tra i sintomi ci sono il mal di schiena, il mal di collo e le spalle doloranti.

La tecnica Alexander può essere utilizzata per migliorare la qualità della vita e lo fa da oltre un secolo. A quel tempo, un certo numero di volti noti hanno provato, testato e sostenuto la tecnica, tra cui Julie Andrews, Patrick Stewart, Paul McCartney e Judy Dench.

Gli insegnanti della tecnica riferiscono che gli individui vedono un miglioramento dei dolori poco dopo l’inizio delle lezioni, ma per ottenere i massimi benefici, gli studenti devono impegnarsi nella pratica. Mentre alcuni possono vedere i benefici in anticipo, per altri potrebbe volerci un po’ più di tempo.

L’obiettivo generale della tecnica Alexander è aiutarti a comprendere i principi chiave e ad applicarli alla vita di tutti i giorni. Ciò ti consente di beneficiare della tecnica molto tempo dopo la fine delle sessioni.

Idee sbagliate comuni

Comprendiamo che conoscere le terapie alternative può essere piuttosto travolgente, specialmente quando ci sono così tante idee sbagliate disponibili.

Qui a Therapy Directory, vogliamo assicurarci che tu abbia tutti i fatti e le informazioni di cui hai bisogno per trovare una terapia adatta a te. A causa della grande quantità di informazioni disponibili, le idee sbagliate sono facili da manifestare. Queste idee sbagliate possono spesso portare le persone a perdere un potenziale trattamento perché hanno una comprensione distorta della terapia in questione.

Di seguito sono riportati tre dei malintesi più comuni sulla tecnica Alexander.

“La tecnica Alexander è solo per gli artisti”

È vero che la tecnica è fantastica per gli artisti: il modo in cui i loro corpi si muovono ha un legame diretto con la qualità della loro performance. Eppure, in un certo senso, tutti abbiamo delle attività da svolgere e, anche se potremmo non essere un attore teatrale, il modo in cui muoviamo il nostro corpo ha ancora un’enorme influenza sulla nostra salute.

“La tecnica non va bene per gli anziani”

Anche se più siamo giovani, più siamo bravi nell’adattarci e nell’apprendere nuove abitudini, ciò non significa che puoi imparare la tecnica solo da giovani. Al contrario, non c’è limite di età per la tecnica Alexander e possiamo avvertirne gli effetti a qualsiasi età. In effetti, il drammaturgo George Bernard Shaw non iniziò le lezioni fino all’età di 88 anni.

“La tecnica richiede tempo, è costosa e difficile da imparare”

Il costo delle sessioni varierà, anche se in media ogni lezione costa tra £ 35 e £ 50. Se sei interessato ad apprendere la tecnica ma sei preoccupato per i costi, potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni sul profilo del praticante. Altrimenti, non c’è niente di sbagliato nel chiedere il prezzo durante il primo contatto.

In termini di difficoltà, i principi di base sono molto semplici. Molti dei movimenti sono in realtà di buon senso, ma raramente pensiamo di applicare e implementare queste tecniche da soli. Ci vuole tempo, dedizione e pratica, sì, ma molte persone riferiscono di sentire i benefici subito dopo aver iniziato le lezioni. La cosa da ricordare è che ci vuole tempo – non c’è fretta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here