Lampada a torre in selenite

0
473

Cos’è una lampada a selenite?

Le lampade in selenite sono prodotte da una forma naturalmente chiara o opaca di cristallo di gesso. La luce lo attraversa facilmente, creando un bagliore caldo. La selenite, nella sua forma naturale, è stata scavata per creare una lampada unica e l’effetto torre è ottenuto spaccando e scheggiando lungo la superficie naturale della scollatura.

A cosa serve il cristallo di selenite e quali sono i suoi vantaggi?

Grazie alle sue potenti proprietà metafisiche e alla capacità di caricarsi, la selenite è uno dei cristalli più popolari utilizzati per pulire e ricaricare altri cristalli. Ricaricare e purificare libera i tuoi cristalli da qualsiasi energia negativa o indesiderata che può accumularsi nel tempo.

Il nome della lampada selenita deriva dal nome della dea greca con il nome di Selene, una dea della luna. Normalmente è bianco, anche se ci sono altri colori specifici per alcune regioni (selenite verde in Australia).

Lampade E Torri Di Selenite;  I benefici

Il cristallo corrisponde al chakra della corona e può aiutare a liberare ogni energia negativa, ed è anche la pietra per la chiarezza mentale. Se ti senti confuso o giù dalla fretta e dallo stress della vita quotidiana, questa lampada di cristallo può aiutarti a trovare il tuo senso di calma e pace dentro di te.

Le lampade di selenite sono rinomate per le loro capacità di pulizia e guarigione e possono aiutare a liberare l’energia negativa sia dai nostri chakra che dall’ambiente circostante. La selenite ha anche proprietà calmanti che la rendono ideale per la meditazione o il lavoro spirituale.

Quando vedi per la prima volta la selenite, il suo colore bianco attirerà immediatamente la tua attenzione. Questo colore è perfetto per una pietra che è sinonimo di chiarezza mentale.

Come prendersi cura della Selenite

Per via della sua composizione, la Selenite è molto fragile ed è solubile in acqua. Occorre dunque fare grande attenzione a non bagnarla. Per pulirla e ricaricarla, è sufficiente farla “dormire” per qualche ora sopra una drusa di Ametista. Poi esporla per una notte alla luce della Luna Piena.

“Alcune di queste pietre contengono al loro interno piccole deliziose venature lineari, che raccontano, come fossero le righe di un libro, la storia della Terra, rimasta impressa sui cristalli come su una pellicola fotografica.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here