Osteopatia

0
473

L’osteopatia è un trattamento olistico che prevede la diagnosi, la gestione e il trattamento delle condizioni muscoloscheletriche e di altre patologie correlate. Gli osteopati utilizzano una serie di tecniche manuali nel loro lavoro. Massaggieranno i tessuti molli e manipoleranno le aree problematiche della colonna vertebrale e delle articolazioni. Questo aiuta a rafforzare la struttura muscolo-scheletrica del corpo e a migliorare la funzione.

Il trattamento osteopatico si basa sul principio che il benessere di una persona dipende dalla sincronizzazione armoniosa e dalla buona salute di scheletro, muscoli, tessuti connettivi e legamenti. Gli osteopati credono che il loro lavoro aiuti a ristabilire l’equilibrio del corpo. Questo a sua volta promuove la buona salute e il benessere generale.

In questa pagina esamineremo più in dettaglio la medicina osteopatica. Esploreremo la sua storia, cosa succede durante il trattamento e i metodi utilizzati.

Storia dell’osteopatia

Il dottor Andrew Taylor Still 

La medicina osteopatica ha origine nel 1870, quando il medico americano Andrew Taylor Still iniziò a ricercare forme alternative di assistenza sanitaria. Dopo la prematura morte di parenti stretti, Still era diventato frustrato e confuso con l’assistenza sanitaria convenzionale.

Ancora credeva fermamente che il corpo umano funzionasse come una macchina. Ha proclamato che i corpi umani funzionano bene solo se tutto è meccanicamente sano. Su questa base iniziò a ideare trattamenti che prevedevano alcune manipolazioni dei muscoli e dei legamenti per migliorare la circolazione e correggere la meccanica alterata. Still trovò questo trattamento particolarmente utile per alleviare i suoi frequenti mal di testa. 

Durante questo periodo, la guarigione magnetica, la stabilizzazione ossea, l’idroterapia e l’omeopatia stavano diventando sempre più popolari. Si ritiene che Still si sia imbattuto in questi durante la sua ricerca. Alla fine ha adottato diversi componenti e li ha applicati alle proprie pratiche. 

Alla fine del 1800 Still si era fatto una reputazione per la sua terapia non invasiva. Nel 1892 aprì l’American School of Osteopathy. 

Il dottor John Martin Littlejohn 

John Martin Littlejohn è riconosciuto per aver portato la medicina osteopatica in Inghilterra. Dopo un periodo di cattiva salute, nel 1892 Littlejohn salpò per l’America alla ricerca di un clima più caldo. 

Durante la sua visita ha sentito parlare della reputazione del dottor Still e ha deciso di recarsi a Kirksville, dove si trova l’American School of Osteopathy. Per mano di Still, i disturbi di Littlejohn sono scomparsi. Questo lo ha ispirato a intraprendere lo studio dell’osteopatia.  

Alla fine Littlejohn e Still formarono una partnership e iniziarono a ricercare ulteriormente il trattamento dell’osteopatia. Dopo aver lasciato Kirksville, Littlejohn fondò una nuova scuola e un ospedale a Chicago. 

Nel 1913 Littlejohn tornò nel Regno Unito e portò con sé tutto ciò che aveva imparato sull’osteopatia. Si stabilì a Thunderly, nell’Essex, ed è qui che fondò il primo Osteopathic College in Inghilterra. Questo è noto come la British School of Osteopathy. Littlejohn continuò a insegnare fino alla sua morte nel 1947, così come Still, che morì nel 1917 all’età di 89 anni.

Cosa comporta il trattamento?

Consultazione iniziale

Sarà necessario sottoporsi a una valutazione medica completa prima di poter iniziare il trattamento con l’osteopatia. Il tuo osteopata vorrà saperne di più sui tuoi sintomi e farà domande sulla tua salute e sul tuo stile di vita. Ti verrà inoltre richiesto di fornire una storia medica completa e potresti ricevere un controllo di base. Il tuo osteopata può controllare il polso, i riflessi e la pressione sanguigna. 

È importante che il tuo medico abbia una tua storia medica dettagliata. Questo è ciò che aiuta lui o lei a decidere se il trattamento è adatto e, in caso affermativo, di che tipo. Il tuo osteopata dovrà anche conoscere eventuali lesioni precedenti, stiramenti, malattie infiammatorie, interventi chirurgici e stress. 

Potrebbe quindi essere necessario eseguire alcuni semplici esercizi o movimenti. In questo modo il tuo medico può valutare la tua mobilità, il modo in cui funziona il tuo corpo e i suoi limiti. 

Nel complesso, questa valutazione consente al tuo osteopata di capire meglio cosa influenza il tuo corpo. Qualsiasi cosa, da un trauma maggiore a una malattia minore, può disturbare i tessuti del corpo e causare un disallineamento della struttura muscoloscheletrica. Se i tessuti si torcono e si contorcono, il flusso di fluido potrebbe essere ridotto e il normale movimento potrebbe essere limitato. Se non trattato, questo potrebbe rimanere presente per tutta la durata della tua vita. 

Piano di trattamento dell’osteopatia 

La fase successiva della medicina osteopatica prevede l’attuazione di un piano di trattamento. Il tuo medico ne discuterà con te, facendoti sapere di quante sessioni avrai bisogno e quali tecniche possono essere utilizzate. 

Il tuo primo appuntamento durerà circa 45 minuti. Le sessioni successive saranno più brevi, in genere della durata di 30-40 minuti. La frequenza delle sessioni dipenderà dalla gravità del problema. Di solito iniziano a intervalli settimanali, ma possono essere distanziati ulteriormente man mano che la condizione o il problema guarisce. 

Come parte del tuo programma di trattamento, potresti ricevere esercizi da fare a casa. Riceverai anche consigli su come ridurre al minimo i danni al corpo e l’impatto del problema. È importante eseguire gli esercizi dati, anche se devono essere ripetuti più volte al giorno. 

Sebbene il trattamento sia generalmente molto delicato, ci saranno situazioni in cui è necessaria una piccola quantità di forza. Questo aiuterà a riposizionare i tessuti. Nel complesso, la maggior parte dei pazienti riferisce di sentirsi a proprio agio.

Metodi utilizzati

Il trattamento dell’osteopatia varia da paziente a paziente. Nonostante ciò, tutte le tecniche di manipolazione si basano sul principio che la struttura e la funzione del corpo dipendono l’una dall’altra ed è quando la struttura viene modificata che si verificano le anomalie.

Il tuo medico di solito utilizzerà alcuni o una combinazione dei seguenti metodi: 

Tecnica dei tessuti molli

Questo metodo di osteopatia viene eseguito sui muscoli che circondano la colonna vertebrale. Si tratta di stretching ritmico e movimenti di pressione profonda che sloggiano e spostano i liquidi in eccesso. Questo rilassa i muscoli ipertonici e gli strati miofasciali (tessuto fibroso). Gli osteopati possono utilizzare la tecnica dei tessuti molli per trattare condizioni come dolore alla schiena e alle spalle, lesioni sportive, ansia e stress.  

Osteopatia cranica

L’osteopatia cranica è un’area specialistica della medicina osteopatica che si concentra sui minimi movimenti delle ossa craniche. Questi si trovano nella testa e circondati dal liquido cerebrospinale che protegge il cervello, i tessuti vicini e il midollo spinale.

In un sistema craniosacrale sano questo fluido pulsa a una velocità da sei a 15 volte al minuto. Gli osteopati sono addestrati a monitorare questo ritmo al fine di rilevare eventuali squilibri. Quindi manipolano le ossa della testa e del viso per migliorare la circolazione del fluido.

L’osteopatia cranica del bambino è una variante di questa tecnica ed è utile per aiutare i bambini a dormire meglio. Il trattamento è lenitivo e confortante e può aiutare ad alleviare le coliche infantili e i problemi di sonno.  

Tecnica linfatica   

Lo scopo di questa tecnica è alleviare le infezioni delle vie respiratorie superiori e inferiori attraverso il miglioramento della circolazione del fluido linfatico. Gli osteopati usano le mani per esercitare pressione sulla parete toracica interessata. Quando la forza applicata raggiunge la sua scadenza massima, il praticante rimuoverà rapidamente le mani. Questo processo aumenta la pressione negativa del torace, aiutando il meccanismo respiratorio del corpo a spostare i fluidi linfatici.

Tecnica di spinta 

Ciò comporta l’applicazione di una spinta ad alta velocità/bassa ampiezza alle articolazioni e ai muscoli. L’obiettivo è ripristinare il movimento e ripristinare i riflessi naturali. 

Tecnica energetica muscolare   

Durante questa procedura al paziente viene chiesto di utilizzare i muscoli da una posizione specifica in una direzione specifica. L’osteopata applicherà quindi una forza contraria. Ciò ripristinerà il movimento e ridurrà i cambiamenti dei tessuti e dei muscoli. 

Controstrappo   

I praticanti usano la tecnica del controstrain per identificare i punti sensibili di uno spasmo muscolare e riposizionare il corpo. Questo per incoraggiare i cambiamenti nei muscoli e nella fascia che circondano i muscoli e gli organi. Counterstrain mira ad aiutare i pazienti ad allontanarsi da una barriera di movimento limitato verso la posizione di comfort. Questo dà sollievo alle disfunzioni fisiche che sono troppo sensibili o acute per essere trattate con altre procedure.  

Rilascio miofasciale 

Questa tecnica mira a trattare le strutture miofasciali. Gli osteopati lavorano applicando una forza costante ai tessuti miofasciali fino al rilascio. I tessuti disfunzionali vengono guidati lungo un percorso di minor resistenza fino al raggiungimento della libertà di movimento.

L’osteopatia funziona?  

La medicina osteopatica si è dimostrata efficace nel trattamento del dolore lombare persistente. In effetti, il National Institute for Health and Care Excellence (NICE) lo raccomanda come trattamento per questa condizione. 

Sebbene ci siano prove limitate che l’osteopatia possa trattare altre condizioni, alcune ricerche suggeriscono il contrario. La medicina osteopatica può aiutare ad alleviare il dolore e il disagio di problemi al collo, alle spalle e agli arti inferiori. Può anche aiutare con il recupero dopo un’operazione all’anca o al ginocchio. 

Generalmente l’osteopatia è ricercata come trattamento per una serie di condizioni di salute. Molti pazienti notano un miglioramento significativo nel modo in cui si sentono dopo il trattamento. Potrebbero essere necessarie diverse sessioni per sperimentare i benefici, ma questo varierà da persona a persona. 

In che modo l’osteopatia può aiutare? 

La medicina osteopatica può aiutare persone di tutte le età e abilità. I pazienti cercano un trattamento per numerosi disturbi tra cui mal di schiena, problemi posturali (compresi lesioni da sforzo ripetitivo), infortuni sportivi, problemi muscolari e articolari, dolore durante la gravidanza e dolori della crescita. 

Quando si trattano i pazienti, i professionisti mireranno a promuovere un migliore movimento e migliorare la mobilità strutturale del corpo. A loro volta, i pazienti dovrebbero vedere un miglioramento dei sistemi nervoso, circolatorio e linfatico. La funzione migliorata offre un corpo più equilibrato e una migliore salute generale.  

Molti pazienti riferiscono un miglioramento del sonno dopo il trattamento con l’osteopatia. Questo perché il dolore e il disagio possono portare a notti agitate e aggravare l’incapacità del corpo di funzionare correttamente. L’osteopatia migliora anche la nostra capacità di far fronte al dolore e questo a sua volta porta a un sonno migliore.

È un trattamento preventivo? 

Il trattamento osteopatico di per sé non è preventivo. I professionisti possono trattare i pazienti solo quando è presente dolore o disagio. Nonostante questo, gli osteopati possono offrire consigli preventivi. Questo può includere esercizi di stretching, esercizi di respirazione, tecniche di sollevamento e postura. I pazienti sono incoraggiati a praticarli regolarmente per mantenere la loro salute dopo il trattamento. 

L’intervento precoce dell’osteopatia può aiutare i pazienti a comprendere meglio le fonti del loro dolore. Può anche identificare come determinati cambiamenti dello stile di vita possono rendere più facile prevenire e affrontare il dolore in un secondo momento. 

Idee sbagliate  

Uno dei malintesi più comuni è che gli osteopati possano trattare solo i problemi alla schiena. La terapia può essere utilizzata per trattare diverse condizioni, malattie e lesioni, sportive o meno. Poiché l’osteopatia utilizza un approccio olistico e tratta l’intero corpo, è possibile aiutare molti disturbi diversi. Questo è spesso in combinazione con altri trattamenti. 

Non sorprende che molte persone pensino che i metodi utilizzati causino dolore. Questo non è il caso. La medicina osteopatica non dovrebbe essere dolorosa, anche se potrebbe esserci un leggero disagio poiché le articolazioni e i muscoli, che sono rimasti inutilizzati per lungo tempo, vengono nuovamente allungati. 

Un osteopata non può curare una malattia o un infortunio ricorrente, ma può rendere più gestibile la convivenza con una condizione. Allo stesso modo, possono anche suggerire modi per aiutare a prevenire un infortunio ricorrente. Molti assisteranno con il processo di riabilitazione durante il recupero. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here